Decotto antiossidante allo zenzero, cannella e Rooibos

- Vata; 0 Pitta; - Kapha


Tempo di preparazione: 35 minuti

Porzioni: 3-4


Questa tisana è un ottimo alleato per aumentare l'apporto degli antiossidanti nella nostra dieta e per migliorare la digestione. Lo zenzero fresco favorisce il processo digestivo senza aggravare troppo Pitta e la cannella è un potente antibatterico e calma Vata. Il Rooibos o té rosso africano, è in realtà una radice dal gusto dolce e dal colore ambrato che è ricca di antiossidanti e non contiene caffeina. Consigliamo di preparare il decotto ogni mattina, filtrarlo e metterlo in un termos per poterlo gustare durante tutta la giornata.


Ingredienti:

1 litro di acqua

6 cm di zenzero fresco

2 cucchiaini di cannella

4 cucchiaini di rooibos


Preparazione:

  1. Pelare e tagliare a fettine sottili lo zenzero (se volete aumentarne la "potenza" potete grattuggiarlo).

  2. Aggiungere acqua e cannella e lasciare sobbollire per 30 minuti

  3. Spegnere e aggiungere il Rooibos. Lasciare in infsione per 5 minuti.

  4. Colare e consumare subito. In alternativa potete mettere la tisana in un termos per gustarvela durante la giornata.

Osservazioni:

Per abbassare Vata e Kapha potete inserire anche 3 chiodi di garofano che favoriranno la digestione.

La cannella è una spezia dolce molto aromatica e versatile. Nella tradizione siciliana veniva unita alla ricotta e al latte per aumentarne la conservazione grazie alle sue proprietà antibatteriche. Essa agisce anche sull'intesitno diminuendo la flatulenza.

Il rooibos è ricco di vitamina C e flavonoidi che lavorano in sinergia rendendolo un potente antiossidante per combattere i radicali liberi. Come antispasmodico, calmante, digestivo e antinausea, è utile anche in caso di disturbi digestivi e problematiche intestinali come le coliche. Aiuta il fegato a combattere l’accumulo di grassi all’interno delle cellule epatiche.

Se aggiungiamo che non contiene caffeina è davvero un potente alleato da integrare con costanza nella nostra dieta.


Ricetta condivisa dal naturopata ed erborista Alessandro Calissi