Shakti, la polarità femminile di Shiva, Kali la dea dalle mille braccia, Parvati, la dea figlia della montagna, Lakshmi, la dea madre, Sita, la dea della purezza e della fedeltà assoluta, Durga, la dea invincibile e inavvicinabile, Sarasvati, la dea delle arti

LE DIVINITÀ INDUISTE E L'UNIVERSO FEMMINILE

Nell'induismo, abbiamo varie divinità femminili, ognuna delle quali rappresenta una particolare energia della donna e una sua caratterizzazione e, tutte insieme rappresentano l'universo femminile.
SHAKTI

Nella religione induista lo Shakti, il principio dell’energia divina, è femmina. Un principio unico dai molteplici aspetti.
Shakti è la polarità femminile di Shiva, sua compagna e al tempo stesso alter ago. Shiva non può esistere senza Shakti perché diventa attivo solo quando quest’ultima gli dà forza.
Shakti si manifesta in tantissime dee (devu), ciascuna con la sua personalità e la sua iconografia tipica

KALI

Kalì,  spesso chiamata “la dea dalle mille braccia”, è forza devastatrice e aggressività dirompente e simboleggia il lato selvaggio della femminilità; la sua ferocia, la sua forza distruttiva, la sua sessualità sfrenata sono funzionali al cambiamento e simboleggiano la forza dell’essere femminile.
Le sue rappresentazioni sono ricche di dettagli sanguinolenti e truci: capelli sciolti e scomposti, seno nudo cadente, collana di teschi, lingua penzoloni, corpo intriso di sangue e scettro in mano. Viene sempre raffigurata nell’atto di calpestare Shiva o dominarlo sessualmente. Il suo colore è il blu.

PARVATI

Parvati è delicata e benevola, figlia della personificazione della montagna e di una ninfa,  è l’incarnazione dell’ideale femminile dell’amore devoto. Reincarnazione di Sati, prima moglie di Shiva, Parvati riconquista l’amore del marito con la saggezza e la spiritualità. Viene chiamata anche “figlia della montagna”.
Viene rappresentata con il braccio sinistro sollevato in un gesto leggiadro e la mano destra che regge un fiore di loto.

LAKSHMI

Una delle immagini più presenti nelle case indiane è quella di Lakshmi, la dea madre;  è la sposa perfetta, dolce e serena, con un’innato senso di protezione e maternità.
Secondo l’iconografia tradizionale viene rappresentata con 4 braccia, seduta su un fiore di loto, con il volto sorridente e radioso che incarna un ideale di bellezza classica, oppure insieme a Visnu in un idillico quadretto di felicità coniugale.
Laskhi è  considerata anche la dea della ricchezza.

SITA

Sita è la fedele moglie di Rama che viene rapita dal demone Ravana e la storia della sua liberazione è alla base della popolare festa del Diwali; è famosissima in India e in Indonesia e Sita è senza dubbio una delle figure femminili più significative della tradizione induista.
Sita incarna l’ideale femminile della purezza e della fedeltà assoluta.

DURGA

A metà strada tra la furia selvaggia di Kalì e la dolcezza di Parvati, Lakshi e Sita si colloca Durga, una risoluta dea guerriera che lotta contro i demoni eliminando ogni ostacolo che incontra sul suo cammino. Al contrario di Kalì però non viene associata alla sessualità, anzi la sua è una femminilità virginale e orgogliosamente autosufficiente.
Bellissima, con un corpo scolpito dagli dei, ha un fascino che è in grado di ammaliare anche il demone che è nata per combattere. Mahisasura, questo il nome del demone, non la considera un avversario temibile perché donna, ma sarà vittima della bellezza accecante di Durga, dea invincibile ma anche inavvicinabile.

SARASVATI

Sarasvati è un’espressione della femminilità legata alle arti, al sapere e all’eloquenza. È insieme figlia e moglie del dio Brahma, ed è stata creata da Brahma come sua sposa per compiere una missione importante, ovvero quella di diffondere la conoscenza.
Questa dea intellettuale sembra preoccuparsi poco di affari terreni come amore e sesso. Virtuosa, colta e spirituale, è l’evoluzione di un’antica divinità fluviale d’epoca vedica e per questo nelle sue raffigurazioni è quasi sempre presente un corso d’acqua che scorre alle sue spalle. Per questo suo rapporto con l’acqua è considerata un simbolo di pulizia e per estensione di purezza.

 

I PRODOTTI PER LA DONNA

Vuoi ricevere una consulenza privata gratuita?

La nostra naturopata è a tua completa disposizione